Le fasi della preparazione annuale di un trail runner sono diverse in funzione del livello dell’atleta ma con una costante: non sono mai tutte uguali! Se la struttura del vostro programma di trail running, in termini di carichi, intensità e distanze di gara, è simile nel corso di un anno NON vi state ALLENANDO, state semplicemente facendo ESERCIZIO FISICO. Nella migliore delle ipotesi non progredite, nella peggiore vi infortunate.
Come affrontare gare obiettivo, gare intermedie e gare allenamento? Scopri i migliori suggerimenti di TRM per il trail running:

1. Gara obiettivo. Richiede lo studio del percorso trail, delle condizioni atmosferiche, del terreno, delle caratteristiche dell’atleta, dei sui punti deboli da migliorare, dei carichi di lavoro sopportabili relazionati con l’incidenza d’infortuni. Un buon programma di allenamento per il trail running viene sviluppato proprio considerando tutti gli aspetti e la gara obiettivo
2. Gara intermedia. Sarà scelta con caratteristiche simili alla gara obiettivo e con una distanza coerente. Suggeriamo di correrla ad intensità elevata come test della vostra preparazione raggiunta nel trail running
3. Gara allenamento. Può sostituire un lungo in programma con il vantaggio di avere assistenza e punti ristoro. Trattandosi di un allenamento, non prevederà la fase di scarico. L’atleta deve essere in grado di correrla in scioltezza ad intensità moderate, recuperando lo sforzo facilmente.