ENDURANCE TRAIL RUNNING: I FATTORI DISTINTIVI CHE DEVI AVERE

La cancellazione delle Gare di Trail Running, come la Lavaredo Ultra Trail, l’Ultra Trail del Monte Bianco, il Tor Des Geants e molte altre, hanno ha gettato nello sconforto i trail runner. Le motivazioni sono varie: la perdita dell’obiettivo annuale, gli aspetti economici, il disappunto per l’ennesima cancellazione e la difficoltà di iscriversi nelle ultime gare ancora rimaste disponibili …ma non sono le uniche. Infine, alla demotivazione si aggiunge anche il senso di privazione di alternative.

Questa difficile situazione può essere di stimolo a riflettere sull’approccio all’ultra trail running e sulle reali motivazioni che ci spingono a “correre” le competizioni di trail running ed in particolare sulla nostra predisposizione per le l’endurance ultra trail.

Se può consolarti, anche gli atleti Elite vivono simili difficoltà.

In un’intervista dove si parlava anche di “motivazione”, il campione di trail running Kilian Jornet ha sottolineato che:Gareggiare è sicuramente una cosa divertente. È un’opportunità per misurarti, ma non è l’obiettivo finale. È solo uno strumento per mantenersi in forma in un certo senso. L’obiettivo finale è quello di correre in montagna, vedere il paesaggio ed esplorare; per ricavarne diversi sentimenti e sensazioni“.

Kilian ha sottolineato che è certamente importante trovare motivazione nella partecipazione alla gara obiettivo, ma questa non può essere l’unica motivazione di un trail runner uomo o donna. Un ultra trail runner deve avere la forza e intelligenza di trovare sempre nuove o rinnovate motivazioni sia nello sport che nella vita familiare e professionale.

Se condividiamo questo pensiero, perché non prendere spunto per trovare stimoli e soluzioni alternative per prepararsi alle gare che riprenderanno in autunno.

Ecco qualche consiglio:

  1. ALLENATI PER MIGLIORARE LA TUA PERFORMANCE E L’ENDURANCE. Concentrati su tutti quelli aspetti “tecnici” che hai trascurato per mancanza di tempo per diventare un ultra trail runner migliore. Adesso che hai più tempo a disposizione, leggi e informati, chiedi aiuto agli esperti del settore.
  2. NON RENDERE VANI E INUTILI TUTTI I SACRIFICI FATTI FINO AD ORA. Demoralizzarti per la cancellazione delle gare, senza cercare nuovi obiettivi o alternative, non serve! Scopri l’energia e inventiva che c’è in te ed utilizza la preparazione acquisita in altro modo: partecipa a Trail Running Camp, allenati per un’ultra maratona su strada o una 24h, organizza un giro “avventura” a tappe in montagna su una delle tante Alte Vie con gli amici, ecc. Così facendo non butti via quanto costruito nei mesi e ti prepari per essere più forte in autunno o per le gare dell’anno prossimo. Gli Inglesi questa è scelta la definiscono di “Consistency”, che in italiano possiamo tradurre in: “Stare sul pezzo” e “Non mollare”!
  3. GRATIFICATI CON PICCOLI SUCCESSI ALTERNATIVI. Organizzati, fissa nuovi obiettivi, gareggia con te stesso superando i tuoi limiti. Per esempio fai un allenamento su un sentiero nuovo su più giorni; stabilisci un record su un percorso lungo che conosci già; fai un allenamento in notturna stando fuori dalla notte all’alba, ecc. Quando hai raggiunto i tuoi obiettivi… premiati!
  4. FAI UN PIANO DA QUI A FINE ANNO. Analizza quali sono le gare ancora disponibili, quali potresti correre, quando potresti ri-iniziare la tua preparazione per la prossima gara ultra trail 2021 ben sapendo che le competizioni >100K richiedono almeno 6-8 mesi di preparazione.
  5. POSITIVITA’ CHIAMA POSITIVITA’. Circondati di amici positivi, resilienti e con ottime capacità di problem solving… ti aiuteranno a trovare inaspettate soluzioni e nuova motivazione.

Vuoi dei consigli su dove e come allenarti? Scrivici qui: info@trailrunningmovement.com

Scarica i nostri Ebook Gratuiti su Allenamento e Nutrizione Trail Running qui: Ebook Trail Running

 

Tag: , , , , , , ,